Riccardo Ridi


LA MAPPA DELL'IMPERO
Dal mondo delle biblioteche 13 valori per l'organizzazione
di ogni tipo di informazione, in qualsiasi ambiente


Pisa, 7 Maggio 2010
IV Summit italiano di Architettura dell'informazione




"In quell'impero, l'arte della cartografia raggiunse tale perfezione che la mappa d'una sola provincia occupava tutta una città, e la mappa dell'impero, tutta una provincia. Col tempo, codeste mappe smisurate non soddisfecero e i collegi dei cartografi eressero una mappa dell'impero, che uguagliava in grandezza l'impero e coincideva puntualmente con esso. Meno dedite allo studio della cartografia, le generazioni successive compresero che quella vasta mappa era inutile e non senza empietà la abbandonarono alle inclemenze del sole e degli inverni"


Jorge Luis Borges, Del rigore della scienza (1960)








VALORI, NON PRINCIPI




















GENESI
























AMBITO DI APPLICAZIONE
















1: ACCESSIBILITA'



2: COMPETENZA













3: TERZIETA'
























4: COERENZA







5: COMPLETEZZA
























6: UTILITA'
























7: CONTESTUALIZZAZIONE
























8: STORICIZZAZIONE










9: SOSTENIBILITA'







10: RISPARMIO COGNITIVO













11: LIBERTA'

















12: INTEROPERABILITA'


















13: IPERTESTUALITA'


Lars TREBING, Hypertext, 6. 7. 2006, http://www.ltrebing.de/aktivitaeten/studium/06ss/hypertext/

  1. multilinearità (-> libertà)

  2. granularità (-> interoperabilità e libertà)

  3. integrabilità (-> ospitalità)

  4. ipermedialità (-> multimedia information retrieval)

  5. interattività

    • -> reattività e assistenza da parte dei gestori degli indici

    • -> arricchimento degli indici direttamente da parte degli utenti





















UN LIBRO PER APPROFONDIRE:






Il mondo dei documenti
Cosa sono, come valutarli e organizzarli
(Laterza, 2010)
















ABSTRACT

Durante la mia esperienza di utente, operatore professionale, ricercatore e insegnante nel mondo della biblioteconomia e della bibliografia, ho notato che, alla base dei numerosi standard tecnici vigenti nel settore, ci sono alcuni valori di fondo, ricorrenti e permanenti, relativi al modo in cui informazioni e documenti dovrebbero essere organizzati nel modo migliore.

Non pretendo che la lista di 13 valori che ho individuato sia nè esaustiva, nè definitiva, nè l'unica possibile, ma vorrei condividerla e discuterla con chi si occupa di organizzare l'informazione in altri settori, sperando che essa risulti utile, da una parte, per gestire anche documenti non inclusi in biblioteche e bibliografie e, dall'altra, per rinforzare i rapporti fra le discipline della biblioteconomia e dell'architettura dell'informazione.

Tentando di sintetizzare in una sola frase i 13 valori, si potrebbe dire che le informazioni andrebbero organizzate da enti e persone competenti e imparziali, in modo coerente, corretto, completo, contestualizzato, aggiornato, standardizzato, storicizzato e sostenibile, con la finalità prevalente di fornire alla propria utenza uno strumento o un servizio utile e comprensibile, garantendo ai propri utenti la massima libertà di scelta e un ragionevole risparmio cognitivo e producendo indici e documenti il più possibile interoperabili, ipertestuali e accessibili.

Solo così chi organizza le informazioni produrrà metadati, mappe, schemi, classificazioni ed indici della realtà davvero utili, diversamente dalla borgesiana "mappa dell'impero", formalmente perfetta ma di fatto inutilizzabile.


pagina a cura di Riccardo Ridi, creata 2010-04-22, ultimo aggiornamento 2010-10-20